CINEMA SOTTO LE STELLE……GOURMET

Nel cuore del centro antico di Guardia Sanframondi, sulla terrazza di Palazzo Marotta-Romano, prenderà vita la rassegna cinematografica emozionale in cui la contemporanea degustazione di cinema, cibo e ottimi vini creerà un contesto di assaggio indimenticabile.

La rassegna è dedicata alle grandi transizioni che le persone individualmente o in maniera collettiva hanno affrontato o si accingono ad affrontare, condizionati da cambiamenti esterni o interiori.

Niente resta uguale a se stesso, la contraddizione muove tutto!

Il vino che abbineremo a tutti i film della rassegna, sarà il vino Falanghina in tutte le sue declinazioni: fermo (d’annata o invecchiato), spumante (metodo italiano e metodo classico), frizzante e passito.

Perché? Perché, “la regina del Sannio beneventano” è sicuramente l’artefice di una della più grandi TRANSIZIONI mai avvenute sul nostro territorio.

TRANSIZIONE FALANGHINA

Al gusto manifesta una presenza viva, asciutta, di gradevole intensità……fonde piacevolmente in bocca. Elevata tipicità tra morbidi aromi al naso e guizzanti sapori in bocca. Per la sua raffinatezza aromatica, che si svela lentamente nel bicchiere, non andrebbe degustata eccessivamente fredda. (Charlotte du Marais)

La più grande transizione vitivinicola registrata nella viticoltura meridionale, o forse nazionale, è quella che avvenne poco più di 40 anni fa nel Sannio beneventano, che con i suoi circa 11mila ettari di vigneto, rappresenta la punta di diamante della viticoltura campana.

[….] Nel 1976 la Camera di Commercio di Benevento presieduta da Vittorio De Nigris diede vita al Comitato Provinciale Vitivinicolo Sannita (Co.Pro.Vi.Sa). Al Comitato venne affidato il compito di dare un assetto nuovo alla coltura della vite, partendo dall’esame ampelografico mediante la collaborazione di specialisti dell’Istituto di Industrie Agrarie dell’Università di Napoli. L’attenzione venne puntata su 18 varietà di uve, che vennero vinificate in 4 cantine della provincia: Torre Gaia a Dugenta, Pasquale Venditti a Castelvenere, Leonardo Mustilli a Sant’Agata dei Goti e La Guardiense a Guardia Sanframondi.

 Cinema sotto le stelle…gourmet

COSTO EURO 10,00 a persona- Max 50 persone

ore 20:30 – Palazzo Marotta – Romano

Info: +39.345 0457090

IN BASE ALLA VIGENTE NORMATIVA ANTI-COVID , PER ASSISTERE ALLE PROIEZIONI E’ NECESSARIO ESSERE IN POSSESSO DEL GREEN PASS E DI UN DOCUMENTO DI RICONOSCIMENTO IN CORSO DI VALIDITA’ DA ESIBIRE ALL’INGRESSO.

Tra le uve più performanti si segnalarono quelle del vitigno Falanghina [….] Colpito dalle caratteristiche del vino che si ottenne da quella vinificazione sperimentale, Mustilli decise, nella vendemmia 1979, di dare vita al primo vino ottenuto esclusivamente da uve Falanghina.  [….] Nel clima di fermento innescato dalle prime bottiglie di Mustilli, in Valle Telesina si ritornò immediatamente ad impiantare il vitigno Falanghina. Dagli archivi della cooperativa La Guardiense si apprende, infatti, come già nel 1980, il socio Rodolfo Pigna, mise a dimora circa un ettaro di uve Falanghina in contrada Selvapiana, nel territorio del Comune di Castelvenere, e altre 0,80 are in contrada Sapenzie, in territorio guardiese. (cfr: L. Pignataro e P. Carlo, Il paesaggio della Falanghina e la storia di un successo, in: Falanghina-una storia di successo, Assessorato al Turismo Regione Campania).

Il resto lo conoscete tutti e lo degusterete durante la rassegna!

Programma

Nessun evento trovato!

Condividi: