Vinalia – Scheda sintetica per la stampa

VINALIA

(www.vinalia.it; FB Vinalia; @VinaliaGuardia)

VINALIA-PROGETTATA E REALIZZATA DAL CIRCOLO VITICOLTORI ASSOCIATI DI GUARDIA SANFRAMONDI (circa 150 volontari)

Descrizione generale dell’attività prevista

Vinalia non è un evento tradizionale ma piuttosto un evento di eventi non solo finalizzato a focalizzare l’attenzione sui vitigni principe del Sannio beneventano: la Falanghina e l’Aglianico ma a realizzare, innanzitutto, un contesto inclusivo, una formula capace di parlare in maniera innovativa di identità territoriale, di viticoltura, di vini e di paesaggi del Sannio beneventano, rivolgendosi soprattutto alle nuove generazioni, con l’obiettivo di innescare in loro “la restanza” come la chiama Vito Teti.

Comunque, nonostante l’eterogeneità delle diverse edizioni della manifestazione il filo conduttore di Vinalia resta invariato e si sostanzia nelle attività di seguito descritte.

Educarsi al vino, percorso dedicato alla “scoperta della gioia” e caratterizzato dalle seguenti attività:

  • degustazioni guidate presso le cantine che partecipano a percorso del gusto, organizzato nel centro antico di Guardia, dove il racconto del vino, viene fatto direttamente dai produttori, blasonati oppure giovanissimi. Molti, infatti, sono i giovani che affascinati dal mondo del vino, si sono voluti mettere in gioco in questi ultimi anni;
  • degustazioni guidate di tutte le etichette sannite presso l’enoteca del Consorzio Tutela Vini SannioDop, gestite in collaborazione con i sommelier dell’AIS;
  • degustazioni professionali, per conoscere a fondo le sfumature del vino ed il lessico per raccontarle, presso le sale dei  winebar di Guardia, gestite, anch’esse, in collaborazione con i sommelier dell’AIS;
  • showcooking per scoprire le meraviglie dell’abbinamento cibo-vino, a cui collaborano influenti chef, realizzati nel piazzale d’armi del Castello Medioevale di Guardia Sanframondi.

I luoghi del vino e il loro divenire, percorso di approfondimento culturale, legato ai temi dello sviluppo sostenibile ed al cammino intelligente che i territorio identitari devono saper individuare per continuare a difendere e valorizzare quell’insieme di elementi culturali, conoscenze e pratiche distintive originali, accumulate e sviluppate nel tempo, che di fatto hanno creato e dovranno farlo sempre più la reputazione territoriale del Sannio beneventano, sempre minacciata. Questo cammino viene realizzato coinvolgendo le istituzioni, il mondo della ricerca, le università e le associazioni di categoria e più in generale il partenariato socio economico territoriale e non e si sostanzia nella realizzazione di convegni, presentazioni di libri, recitativi e così via.

VinArte,percorso di arte e cultura del vino, il cui fil rouge è stato sempre, promuovere il vino come opera d’arte e utilizzare l’arte come mezzo per comunicare il vino. Sempre grande ed in crescendo è stato il successo tributato a questa iniziativa che è diventato l’evento cult all’interno di Vinalia

Vinalia Kids, amatissimo percorso dedicato ai bambini che utilizza il gioco per amplificare in loro l’amore per la conoscenza della singolarità dei luoghi che li circondano e li forgiano, perché ognuno di noi è anche il paesaggio in cui si fa adulto.

Vinalia agrirock festival, percorso dedicato a giovani e talentuosi musicisti che ci ricordano ogni sera, per tutta la durata di Vinalia, in 2 piazze diverse, che il vino è il canto della terra verso il cielo.

Giacimenti gastronomici sanniti, percorso dedicato alla promozione dei nostri giacimenti gastronomici: formaggi a latte crudo, salumi sostenibili, canapa campana, cibi di strada di altissima qualità, cucina terrona e così via, perché l’uomo in fondo è quello che mangia.

Anteprima Vinalia

Vinalia viene realizzata dal 4 al 10 agosto da 26 anni a questa parte ma si sostanzia, anche,  di due importanti anteprime:

Il wine tasting, realizzato tra la fine di febbraio e l’inizio di marzo di ogni anno, finalizzato alla presentazione delle nuove produzioni, prevalentemente, di Falanghina ed Aglianico agli  addetti al lavoro: ristoratori, enotecari, giornalisti enogastronomici e così via.

Il rating della Falanghina-misurarsi per migliorarsi, realizzato tra la fine di maggio e l’inizio di giugno, con il coordinamento del Consorzio Tutela Vini SannioDop, dell’ Associazione Enologi e grazie all’ospitalità fornita dalla cantina territorio “La Guardiense”.  L’annata 2017 della falangina del Sannio dop, ha fatto registrare, il ragguardevole punteggio, di 88/100.

Ecofest, Vinalia promuove la cultura del rispetto dell’ambiente anche quando si fa festa, praticando una riduzione concreta dei rifiuti, attraverso l’utilizzo di stoviglie in Mater B.

Bere bene con moderazione!

Sul consumo di vino, Vinalia sceglie la via della mediazione culturale e la pensa come Omar Calabrese, uno tra i più importanti docenti di Semiotica d’Italia: “… alcol e abuso? Non leggi e divieti, ma mediazione culturale.” Non è possibile governare tutto a suon di leggi e di divieti; affinché questi siano condivisi e rispettati serve un’efficace mediazione culturale. E il vino e le sue modalità di consumo, moderato o meno, superficiale o approfondito, non fa eccezione. Il vino, infatti, è un prodotto complesso e carico di significati. C’è un sapere che serve a farlo e un sapere che serve a consumarlo, a capirne virtù e limiti. Ecco perché, come già detto, serve una mediazione culturale, diretta e indiretta, che passi anche attraverso kermesse dedicate come Vinalia.

By