Anta Banda Social Club

4 agosto 2018

Sabato

“C’erano una volta sette ragazzi, che si divertivano a passare le loro serate suonando e cantando le canzoni della loro gioventù”. Inizia così la storia della  “Anta Band Social Club , ragazzi che anche crescendo, anche dopo gli …anta, hanno conservato “negli occhi il blu della gioventù”, come cantavano i “Dik Dik” nella loro celebre canzone “L’isola di Wight”, lanciata negli anni Settanta.

Diversi anni fa, riscoprendo le passioni dei loro anni verdi, i sette ragazzi si misero di nuovo a suonare.

Niente di serio: <<Una cosa così, tanto per passare il tempo>>. Finché, una sera, i loro amici li convinsero a suonare durante una cena, ma era <<così, tanto per divertirsi>>. E i sette ragazzi si divertirono e fecero divertire e sognare anche il pubblico. Un pubblico di amici, è vero, ma ben sufficiente a far capire che la cosa funzionava. Da lì è iniziata una serie ininterrotta di serate e successi. Ancora oggi, dopo anni di concerti, vivono felici e contenti suonando e cantando per ogni dove e da sette membri sono diventati pure dieci. Suonano interamente dal vivo ed offrono agli spettatori un mix tra musica e storia molto originale.

Il repertorio spazia tra gli autori e gli interpreti più importanti della musica degli anni ‘60 e ‘70: “Nomadi”, “Battisti”, “Dik Dik”, “Pfm”, “New Trolls”, “le Orme”, “Vasco Rossi”, solo per citarne alcuni. Brani che hanno fatto sognare e continuano a entusiasmare intere generazioni. Canzoni, a volte dimenticate, tra le più famose dell’epoca, in un susseguirsi di piacevoli sorprese che coinvolgono lo spettatore che, spesso, si ritrova a cantare insieme a loro.

Buona musica, molto apprezzata anche dalle giovani generazioni, che coinvolge perfino gli adolescenti, condita con un pizzico di nostalgia, irresistibile per chi ha qualche capello bianco…

E nel presentare i brani raccontano anche qualche particolare della storia della canzone, del suo autore, dell’interprete e in qualche caso anche della storia culturale e sociale di quegli anni.

La band

Domenico Garofano (chitarra e voce),

Martino Nedia  (chitarra),

Filippo Garofano (batteria e voce),

Amedeo Morone (percussioni),

Nino Garofano (basso)

Pasquale Di Cosmo (chitarra),

Italo Polcino (sax)

Pasquale Mastantuono (tastiere)

Flaviano Ceniccola (Voce e chitarra)

By