SUONI ANTICHI I BOTTARI DI MACERATA CAMPANIA

4 agosto 2019

Domenica

Il gruppo, che sarà poi associazione “Suoni Antichi”, nasce nel 1999, con il nome “Le ombre colorate”, in occasione dei festeggiamenti per S. Antonio Abate. Questa centenaria tradizione nasce a Macerata Campania nel XIII secolo da una serie di riti apotropaici che fondono sacro e profano. In sacro è nella devozione verso il Santo, il profano è nei riti che i nostri antenati compivano per scacciare il Male dalla vita quotidiana: percuotevano le botti per spaventare gli spiritelli che nelle
cantine potevano far inacidire il vino, o le falci, nei campi, per risvegliare la Natura dal letargo dell’inverno.

Nel 2006 il gruppo diventa associazione “Suoni Antichi”, che ha lo scopo di valorizzare e diffondere, in tutte le sue forme, la tradizione “bottara”, l’arte, la cultura e la musica.

Il gruppo itinerante è formato da dieci elementi: il capobattuglia, una voce femminile, una voce/chitarra maschile, una voce/mandolino maschile, due per le botti, due per i tini, uno per tino/ciaramella, uno per la falce.

Fino al 2016, numerosissimi sono stati i momenti artistici che hanno visto protagonisti i componenti dell’Associazione. Tra i tanti, si evidenziano la partecipazione, nel 2012, al Napoli Teatro Festival, nel 2013, al Carnevale delle Culture di Berlino, nel 2014 come ospite al Festival Internazionale dei giochi di strada “Tocatì” di Verona, nel 2015 al famoso Festival degli Antichi Suoni di Novi Velia ed alla Festa Europea della Musica di Caposele e nel 2016 all’evento “Calici di stelle” a Castel del Piano (GR) e numerose altre
manifestazioni musicali al fianco di artisti del calibro di Marcello Colasurdo (Forino Folk Festival) ed altri. Dalle varie esibizioni sono state estratte varie raccolte di pezzi “live”.
Il tour di 32 tappe che l’ha visto protagonista per il 2017/2018, “Viaggio da Sud a Sud”, ha confermato il successo di pubblico degli altri anni. La loro musica, oltre che in altre Regioni italiane, è arrivata anche in Emilia Romagna per il particolare scambio culturale con Bagnara di Romagna.

Per il 2018/2019, il gruppo ha eseguito 52 esibizioni nel “Bene e Male Tour” facendo da
protagonista in numerosi eventi tra cui si citano la Festa Europea della Musica a Caposele, il Festival degli Antichi Suoni a Novi Velia e il Premio Mia Martini dove ha vinto il “Premio Presenza Scenica” nella categoria Etnosong. La performance, infine, per i festeggiamenti a Napoli per i 20 anni dall’uscita di “Taranta Power” di Eugenio Bennato, ha allargato i confini della loro notorietà.

Nel frattempo l’Associazione ha organizzato a Macerata Campania due edizioni di una kermesse di musica popolare, il Festival dei Suoni Antichi, e sta organizzando la terza, ed un evento folk dedicato al vino “Suoni DiVini”.

Nel 2019/2020 infine, è all’attivo il “Libero Tour” con numerose tappe già confermate e pezzi e voci nuove accompagnate da un rinnovato sound.

Impegnata anche nel sociale, l’Associazione ha intrapreso un importante percorso in qualità di “musicoterapista”, insegnando la musica dei Bottari agli ospiti di alcune cooperative, centri di igiene mentale, attivissime nel Casertano e presentando i progetti con loro in vari teatri della Campania.

È in fase di postproduzione il primo album “Suoni Antichi” con i nove pezzi più rappresentativi del gruppo

By